Ilaria & Alessandro - Padova


Ilaria e Alessandro ci raccontano la loro storia partendo da quando erano compagni di università ma non hanno mai stretto amicizia. Solo nell’estate del 2015 si sono trovati a lavorare nello stesso reparto.

Era destino dovessero incontrarsi.

Poco tempo dopo il loro nuovo incontro inizia il corteggiamento spietato di Alessandro. Ilaria conserva ancora un suo messaggio dove le dice: “ti ho solo chiesto di uscire, hai paura che ti chieda di sposarmi?!”

Nel frattempo sono andati a lavorare in un altro ospedale. entrambi avevano il desiderio di lavorare in un ambiente più stimolante, di imparare cose nuove e crescere. Con il trasferimento è iniziata anche la convivenza.




Ilaria lavora in rianimazione, Alessandro in pronto soccorso.


“Quando il primo caso di covid è arrivato noi ci siamo messi praticamente in autoisolamento. Andavamo solo a lavoro. Avevamo il terrore di non essere preparati di fronte a questo virus sconosciuto, avevamo paura di infettarci e contagiare le nostre famiglie, gli amici .

Per fortuna ciò non è avvenuto, quando a lavoro hanno cominciato a farci lo screening periodico ci siamo sentiti più tranquilli. Voleva dire che stavamo lavorando in sicurezza. Non siamo arrivati ai livelli lombardi che si sono visti ai telegiornali. Lavorare bardati in quel modo, con le mascherine che creano lesioni sul viso non è stato facile.

Ma ci siamo in qualche modo abituati. Per il resto il nostro lavoro non è cambiato. Entriamo quotidianamente in un momento della vita delle persone che è altamente delicato. Fanno i conti con la sofferenza, con la morte. Con il covid si è aggiunta la lontananza dalle famiglie .

Serve dosare empatia e distacco emotivo per poter lavorare bene.

Ci hanno definiti eroi ma è una definizione che non ci appartiene. Abbiamo fatto il nostro lavoro.”



Per loro in aggiunta allo stress lavorativo si è aggiunto il fatto che stavano organizzando il loro matrimonio .

Tutto fissato, inviti pronti da consegnare. Invece sono rimasti bloccati. Indecisi se rimandare o essere fiduciosi.

Hanno deciso di essere ottimisti e continuare nei preparativi per il 6 settembre.

Sarà una giornata di festa, un occasione per celebrare la loro unione e tutto quello che rischiavano di dare per scontato prima della pandemia.




Hanno partecipato a questa tappa

Alice Rossetti serigrafic_for_wedding

Elisa e Giulia weddings

@elisaegiuliaweddings

Anna Karma @frame_of_love

carlo galassi

Lucia Saltalamacchia

Anneris flower Farm

@madameeste

@massimago Massimago Wine tower

Caterina Pelosi @ohmyblush.it



0 visualizzazioni